LOS CONSEJOS DEL EXPERTO EN DERECHO LABORAL

 

CONSULTORIO RADIO SOBRE DERECHOS Y DEBERES DE   LOS TRABAJADORES
 

ITAL-UIL-PRIMA-PUNTATA
En colaboración con el 
PATRONATO ITALUIL
Esta transmisión es un   colsultorio de preguntas y respuestas sobre varios procedimientos burocráticos que ciudadanos y trabajadores están obligados a realizar  en las distintas  Instituciones italianas, por ejemplo:
solicitud de ciudadanìa, permiso de estadìa,    pensiones, accidentes de trabajo, seguridad social, discapacidad civil, licencia parental, trabajo doméstico, NASPI, INAIL, etc.

 
Envìe sus preguntas a nuestros expertos:
   radiovaticano@holagente.org
ALGUNAS PREGUNTAS AL EXPERTO:

Dopo un anno di lavoro sono stata licenziata e quindi adesso percepisco l’indennità NASPI (da circa 2 mesi), ma sono rimasta in cinta, ho diritto ad una indennità per maternità oltre a ricevere la disoccupazione dell’INPS?. Non sono italiana.

Nella Romania percepisco una piccola pensione di circa 100 euro, anche in Italia sono vicino alla pensione, infatti l’INPS mi ha detto che potrei chiederla tra febbraio e marzo del 2018. Vi chiedo se posso lavorare con contratto di colf  anche se vado in pensione?

Ho 62 anni, sono cittadina italiana per residenza, vorrei apere se posso andare in pensione anticipata.

Ho fatto richiesta di cittadinanza per residenza in quanto ho tutti i requisiti. La mia figlia di 22 anni la può fare come io?, cioè per residenza, lei è in Italia da quando aveva 6 anni, adesso no studia, ma ha un lavoro saltuario. Mi potete indicare se i requisiti sono gli stessi che per me, per fare domanda di cittadinanza per residenza?

Mi è stata ricapitata una lettera dall’INPS in cui mi chiedono di restituire parte della disoccupazione che mi è stata versata tra il 2015 e il 2016, in quanto secondo nuovi calcoli da loro fatti, risulta che ho presso più di quanto mi corrispondeva. Non è quindi colpa mia.

Escuche el programa 
RV-PANDORA

Envìe sus preguntas a nuestros expertos:
   radiovaticano@holagente.org

 
Siamo due fratelli residenti in Italia da 8 anni, tutti e due lavoriamo con regolare contratto di lavoro e abbittiamo in un comodo appartamento. Vorremo portare con ricongiungimento famigliare a nostro padre che vive da solo in un paese dell’America Latina. Lui è vedovo e noi prevediamo al suo mantenimento, inviandole mensilmente una quantità di denaro poiché la sua pensione è molto piccola. Cosa dobbiamo fare per procedere con la pratica di ricongiungimento familiare?.

Ho due figli, uno di 18 e uno di 20 anni. Lavoro tutto il giorno per riuscire a mantenere gli studi di tutti due miei figli. Il mio figlio più grande è gravemente malato, e non posso seguirlo poiché perderei il lavoro, per cui ho pensato di far venire mio compagno per darmi una mano con il nostro figlio. Lui è d’accordo ma non siamo sposati, posso comunque registrare la nostra unione presso il tribunale del nostro paese d’origine, basterebbe questo così come la dimostrazione della grave malattia di nostro figlio per fare il ricongiungimento familiare?

Ho acquisito la cittadinanza per residenza, adesso vorrei che anche mio marito che è venuto in Italia per ricongiungimento possa far domanda di cittadinanza. Lui non lavora da circa tre anni, quindi è a carico mio. Può fare domanda di cittadinanza?
Escuche  el programa radio 
RV-PANDORA